Finalmente anche in Italia! date un'occhiata:

venerdì 12 settembre 2008

UNCINETTO

A rieccoci!
Visto che avevo una promessa da mantenere con Danny (la trovate linkata: the Blond Damage), anzichè tenercela per noi, ho deciso di condividere anche qualche lezioncina di uncinetto. Ecco, in questa "disciplina" me la cavo niente male, quindi potrò essere di aiuto per chiunque avesse bisogno di chiarimenti. Allora, procuratevi un gomitolo di cotone e un uncinetto di misura adeguata e partiamo!

Innanzitutto: come si fa a capire quale sia l'uncinetto giusto per un tipo di filato? E' molto semplice, la fascetta che avvolge i gomitoli oltre alle informazioni su caratteristiche e manutenzione del prodotto, riporta anche due misure di ferro. Se avete una mano "morbida" e cioè non tendete troppo il filo per voi è indicato il ferro più sottile, se invece siete come me agli inizi (ma un poco anche adesso) e tirate abbastanza è meglio che usiate il ferro più grosso suggerito. Fate qualche prova e poi vedete, o chiedete consiglio alla merceria di fiducia.
Se vi lanciate in progetti "arditi" che richiedono più di un gomitolo, acquistate subito il quantitativo che prevedete vi serva, e magari un gomitolo in più, o rischiate di non trovare lo stesso bagno di colore e la differenza si noterà. In ogni caso conservate una fascetta finchè il lavoro non è terminato.
Un trucchetto: quando iniziate un lavoro per evitare che il gomitolo si sporchi rotolando a terra, o che vi si ingarbugli, o che il vostro micio decida di "aiutarvi" (a loro piace moltissimo, e non resistono al gomitolo che rotola!) mettetelo in un sacchetto di plastica per alimenti, tirate fuori il capo per iniziare e chiudete il sacchetto con un gancetto metallico, col filo che esce. Semplice ed efficace!
Di seguito ecco due modi per impugnare correttamente l'uncinetto e tenere il filo. Personalmente uso il primo, ma voi fate le vostre prove. Io il filo non lo attorciglio tra anulare e mignolo, ma lo passo semplicemente sotto medio e anulare, per poi appoggiarlo sopra al mignolo. Ma anche qui è cosa buona e giusta demandare ai vostri gusti personali.



Ora si comincia a fare sul serio! Nella fig. 1 si inizia creando la prima asolina. Il capo del filo che va verso destra (guardando la figura) è l'inizio del gomitolo, mentre il capo opposto conduce dritto dritto al gomitolo stesso. Seguendo le altre figure in un batter d'occhio ecco la vostra prima catenella. Facile, no?



E qui ti pareva se non combinavo il mio bel casino con il montaggio delle figure! Portate pazienza, guardatela sdraiate su un fianco! A chi interessa averla dritta me lo chieda che la mando via mail. Dunque, qui si spiega come lavorare una catenella doppia, utile per dare più consistenza al margine del vostro lavoro (ad esempio la fascetta di un basco in lana o come orlo di finitura). In pratica una volta lavorate il numero di maglie che vi occorre, aggiungete due catenelle, girate il lavoro (in modo da lavorare sempre da destra verso sinistra), e saltando una maglia puntate l'uncinetto sulla successiva, gettate il filo sull'uncinetto e fatelo scorrere attraverso i due anellini che avete sul ferro, chiudendo insieme le maglie (questo tipo di lavorazione si chiama anche "maglia bassissima"). Continuate in questo modo fino alla fine, ma senza saltare altre maglie: una maglia su ogni maglia del giro precedente. In pratica alla fine di ogni giro si aggiungono tante catenelle quante ne servono a creare l'altezza del punto da lavorare nel giro successivo; di conseguenza all'inizio del giro successivo l'uncinetto non deve essere puntato su queste catenelle.

Se invece volete lavorare in tondo, per chiudere il vostro cerchio di catenelle basta puntare l'uncinetto sulla prima asoletta che avete creato, ma io vi consiglio di aspettare prima di lanciarvi in un lavoro in tondo... prima bisogna imparare gli aumenti!


E con l'ultima figura vi metto in grado di creare un primo progettino facile facile, ma vediamo prima come si fa la maglia bassa.

Intanto preparate la vostra brava catenella con tanti punti quanti ve ne servono per quello che volete realizzare (le prime volte create un campione di maglie basse, basta lavorare un quadratino, e misurate quante catenelle ci sono in un centimetro o in dieci centimetri, che sarebbe meglio, e misurate anche quanti giri ci sono sempre nella stessa misura, così sapete quante catenelle dovete avviare per il vostro progetto), e come già spiegato al giro successivo saltate la prima maglia, puntate l'uncinetto in quella successiva, gettate il filo sul ferro ed estraete la maglia. A questo punto sul vostro uncinetto avete due anellini come in fig. 1. Gettate di nuovo il filo sull'uncinetto, ed estraetelo attraverso questi due anellini. Il gioco è fatto! Adesso continuate così fino alla fine del giro: punta l'uncinetto, estrai la maglia, getta il filo sull'uncinetto, chiudi le maglie ecc. ecc.

Nelle figg. 3 e 4 si vede molto chiaramente come appare il lavoro man mano che si procede, così non vi potete sbagliare. Ma se le mie spiegazioni sono più deliranti di quanto mi appaiano a una prima rilettura, non esitate: alzate la mano! Farò il possibile per essere più chiara.




Per il momento è tutto. Se vi va di esercitarvi, ma non di sprecare il vostro tempo potete realizzare una presina lavorando due quadrati di maglie basse, la misura è a vostra discrezione, che poi potrete doppiare inserendo uno strato di mollettone (lo stesso che si usa per proteggere il tavolo, quella specie di flanellona bella consistente) e cucendo i bordi con un bel giro di punto croce con un colore a contrasto, o a sopraggitto, o a macchina o come cavolo vi piace! Insomma, parola d'ordine: divertimento e fantasia!! Vabbè, sono due parole e una congiunzione, non fate le pignole!

Se l'idea della presina non vi stuzzica, creando un rettangolo di adeguate dimensioni potete preparare un porta occhiali, una pochette o addirittura una borsina, alla quale applicherete poi foderina e cerniera. Per la decorazione più avanti vi insegnerò a eseguire la rosellina d'Irlanda, ma sono certa che la vostra fantasia sta già galoppando!

Buon divertimento!


17 commenti:

PuntoCroce ha detto...

E brava Federica, complimenti per la tua prima lezione....!!!
ciao
maria rosa

Claudia ha detto...

A me stufa da matti l'uncinetto! Ammiro chi si rilassa con questa tecnica.. magari se mi ci applicassi di più troverei più stimolo. Boh! Comunque i tuoi mini corsi mi sembrano fatti davvero bene. Un bacio grande! Claudia blog.libero.it/claudiasconer

Federica ha detto...

Grazie Maria Rosa, la tua approvazione mi è molto cara, come le tue visitine tanto frequenti. Un bacione one one!

Grazie Claudia, sono contenta di sapere che riesco a spiegarmi in modo comprensibile. Anche se non ami l'uncinetto immagino che ci siano altre cose che ti piacciono. Se ti va di condividere o hai richieste... alza la mano! Torna presto a trovarmi
Fede

Elena ha detto...

Brava Fede, e grazie per il passo a passo, magari priam o poi ci provo!
Baci Elena

francesca ha detto...

Grazie Fede!! diciamo che fino a qui riesco ad arrivarci ma niente di più quindi aspetto con l'uncinetto in mano
la prossima lezione per fare la rosellina d'irlanda (non sai quante volte ci ho provato e ho fatto sempre degli obbrobri!). E poi vorrei anche imparare a unirle insieme, anche qui provato e riprovato ma battaglia persa...
Ma ho una notizia: ho fatto il cestino gettafili!!!!! non è bello come il tuo ma per essere il primo è abbastanza carino. metterò la foto sul blog poi mi dici cosa ne pensi sinceramente ok? grazie ancora per l'aiuto!
'notte e buona domenica
francesca

danny* ha detto...

...ma grazieeeeeee Fede!!! :DDDDD
Mi pare che le spiegazioni siano chiare...certo lavorare sdraiate per la terza immagine è un tantino difficoltoso le prime volte, ma poi ci si abitua! Scherzo!!! ;PPPP eh..eh..eh..
Vado a vedere se tra tutta la "mercanzia" ho filo e uncinetto giusti. :)
La rosellina di irlanda non sò cosa sia....ma aspiro alla realizzazione di una copertina fatta con tanti quadratini colorati, stile coperta della nonna,hai presente???
Possibilmente il tutto prima della pensione...;PPP
baciotti danny*

yrbag ha detto...

Ciao Federica
io non ho pazienza con l'uncinetto anche perchè ho il brutto vizio di non riuscire a finire i lavori che richiedono tempo , quando inizio un lavoro lo devo finire al massimo in giornata. Volevo anche farti sapere che finalmente anch'io ho un blog !!! ciaoo!!

Federica ha detto...

Franceschina: vedrai che tra qualche lezioncina e con un poco di pazienza ti aiuto a fare delle "bellizzime" roselline, e poi a unirle viscine viscine per farci delle collanine o qualunque altra cosa!
Danny: anch'io adoro quel tipo di coperte, e vedrai che presto presto ti aiuto a farne una, è meno difficile di quanto credi!
Yrbag: finalmente un tuo blog, mò ti cerco subito! Se ti va di cimentarti l'uncinetto può fare al caso tuo, infatti ci sono molti progetti che puoi lavorare a "piastrelle", così ogni giorno ne puoi realizzare una, finirla e quando ne hai tante in un altra giornata unirle tutte per risultati davvero d'effetto!

Grazie a tutte!
Fede

Federica ha detto...

Yrbag: sono passata a trovarti, e la grafica del tuo blog è davvero bella, sono invidiosa... sob! Volevo lasciarti un commento per salutarti, ma dovrei loggarmi per riuscirci... umpf! Dai dai, postaci subito tante belle cosine, che torno a trovarti!!
Fede

yrbag ha detto...

grazie grazie!! ......e vabbè i complimenti sono per il mio compagno e lui che sto torturando , io sono proprio imbastita quando riuscirò a fare tutto da sola....eee ne passa di tiempo !! comunque per il momento io produco e lui posta le foto, he! he!
ciao ne!

ILENIA ha detto...

ciao fede....
allora ma quanto lavori???
sei una teacher davvero brava...
devo scusarmi con te... porta pazienza se non ho ancora postato il cuore meraviglioso che mi hai donato... ma ho rotto la presa usb del pc... oggi ritornerà tutto aggiustato e allora... via alle foto.... un abbraccio forte

tarta ha detto...

e brava la maestra!!! bella lezione ..... guarda caso ho iniziato una cosa sabato con l'unicnetto ... ma anche questa è segreta ^_*
devo fare 5 cose con 5 tecniche diverse ..... me ne mancano due .... o una .... boh!

silvia (morgana04) ha detto...

l'uncinetto!!! Io ho fatto diverse cosette prima di appenderlo al chiodo per il punto croce.
Sto cercando di inviarti le streghe ma abbiamo problemi di rete e la posta con allegati non parte. Alla peggio me lo porto via e te lo spedisco stasera da casa
Sil

pam ha detto...

Che belle le tue lezioni Fede, nn ho mai provato ad usare l'incinetto, ma chissà che prima o poi seguendo le tue spiegazioni mi decida a provare!
P.S. Passa da me c'è un premio per te e Nova!
Pam & Kim

luijo ha detto...

Giusto un po di lezione di uncinetto ...ci vuole pe una bordatura agli asciugamani ...il mio swap della nonna :le serviette ! che ne dici?

Federica ha detto...

Luijo: davvero una grandiosisssima idea, se la lanci aderisco di corsa: ho giusto degli schemini per delle bordure da asciugamani favolosi!!

angye ha detto...

Ciao ciao ho trovato per caso il tuo blog, è davvero utile, le lezioni all'uncinetto mi piacciono tanto e soprattutto le spiegazioni per la piastrella, visto che ho cominciato a fare delle piuastrelle poichè voglio creare una borsa, spero di trovare altre utilissime spiegazioni!!!!!

Se vi interessano le mie creazioni:
federicabasso17@libero.it