Finalmente anche in Italia! date un'occhiata:

venerdì 19 settembre 2008

UNCINETTO

Salve a tutte! Oggi ho deciso di lanciare la seconda lezioncina di uncinetto, lasciando da parte l'hardanger per un motivo molto semplice: essendo una tecnica un tantino più certosina preferisco lasciarvi più tempo per fare le vostre prove, mentre l'uncinetto essendo più rapido da apprendere, almeno fino a qui, mi sembra di non mettere nessuno in difficoltà se proseguo. Fermo restando che sono sempre a disposizione per ogni eventuale chiarimento.

Allora, siete pronte? Scaldate gli uncinetti e mettetevi comode!


Per chi non avesse ancora avuto modo di provare la scorsa volta ho dimenticato di fare una precisazione (chiedo venia): per chi fosse alle primissime armi sconsiglio caldamente di iniziare con un filato e un uncinetto troppo sottili, in quanto sono più indicati nella lavorazione di pizzi, quindi tra svariate lezioni, e i punti eseguiti sono di difficile "lettura", inoltre ci vuole una certa dose di pazienza per lavorare con un ferro dalla testina piccola, perchè il filo "scappa" più facilmente.

Lasciate perdere anche lana o cotone molto spesso, e di conseguenza gli uncinetti formato trave: non crediate siano più semplici da usare, al contrario sono assolutamente poco maneggevoli, e non permettono di gettare il filo sul ferro appoggiando quest'ultimo al dito della mano opposta, utile come "guida".

Io vi consiglio le misure intermedie: il lavoro procede più regolare e non vi si ingarbugliano dita, fili e occhi!


Detto questo, l'ultima volta ci siamo lasciate con la maglia bassa, quindi oggi riprendiamo dalla maglia bassissima.

Direte voi, ma perchè non ho iniziato da qui per andare via via verso le maglie più alte?

Bhè, ho ritenuto fosse più semplice iniziare da un punto dove la tensione del filo fosse più regolare, agevolando l'esecuzione. Questo perchè nella maglia bassissima quando si getta il filo sull'uncinetto e poi lo si estrae attraverso la maglia il lavoro ha la tendenza a "stringere", strozzando un po' i punti, creando quindi una difficoltà secondo me inutile da affrontare subito. Meglio impratichirsi (ho forse coniato un neologismo?) con la maglia bassa, e una volta preso confidenza passare a questa.

Vediamo meglio come si fa.


Dunque, fig. 1 : dopo aver eseguito la vostra brava catenella, puntate l'uncinetto nella seconda maglia, come al solito, e gettate il filo sul ferro.

Fig. 2: adesso fate passare il filo attraverso le asoline che avete sull'uncinetto: mi raccomando, state morbide, perchè come vi ho detto se tirate troppo il filo in questo tipo di esecuzione vi strozzate l'uncinetto tra le maglie in esecuzione....


Questo tipo di maglia è piuttosto compatta, e si usa molto per unire due parti di un lavoro, quindi imparatela bene, perchè quando andremo a eseguire un lavoro a piastrelle (chi era che voleva una coperta tipo quelle coloratissime della nonna?... ehehe) tornerà molto molto utile!





E adesso passiamo alla mezza maglia alta.

Questo punto crea una lavorazione più morbida rispetto a quelle che abbiamo già visto, ma crea meno traforo di una maglia alta. Lo so che a questo punto qualcuna si sta un po' scocciando, visto che questi punti si somigliano un po' tutti, ma vi assicuro che sono tutti utili, perchè solo dalla loro combinazione si ottengono i più disparati effetti, che vanno dai fiori coi loro petali, ai pizzi più elaborati, quindi è importante imparare ad eseguirli tutti correttamente.


Allora, fig. 1: partiamo dal punto in cui avete un'asolina sul vostro uncinetto. Quindi PRIMA di puntarlo nella maglia successiva, gettate il filo (così da formare quella sorta di ponticello intermedio), ora puntate il ferro nella maglia di base, gettate di nuovo il filo ed estraete una maglia. Adesso sul ferro avete esattamente la combinazione "asolina, ponticello, asolina" della fig.1.

Fig. 2: gettate nuovamente il filo sull'uncinetto ed estraetelo attraverso le maglie che avete sul ferro. Morbide morbide, così non faticate troppo.

Visto? Adesso sapete fare anche questa!

Al termine del primo giro eseguite due catenelle, che sostituiranno la prima mezza maglia alta del giro successivo.


Attenzione adesso: al termine del primo giro è semplice eseguire correttamente l'ultimo punto, tante catenelle tanti punti da eseguire. Ma quando terminerete il secondo giro dovrete "leggere" bene il lavoro eseguito, perchè l'ultimo punto dovrà essere eseguito in corrispondenza della catenella fatta per sostituire la prima maglia del giro seguente. Lo so, sembra un casino, ma vi assicuro che non sono ubriaca: se seguite la spiegazione mentre state eseguendo il vostro lavoro sono certa che è più semplice da capire. Credetemi: è più semplice da fare che da spiegare!


Sempre più difficile!! Mò vi spiego la maglia alta. Questo è il punto base per eseguire la tecnica della rete filet: avete presente che negli anni '70 andava tanto di moda per arredare la casa con tendine, copritavolo, centri da appoggiare sugli schienali delle poltrone, copriletti...? Ecco, quella. Era quella che disegnava putti, cigni, damine, fiori e chi più ne ha più ne metta.


Naturalmente le mode son cambiate, però è una tecnica piuttosto semplice che ancora oggi torna utile per creare delle bordure davvero belle per tovaglie o asciugamani. Fidatevi: se vi piacciono i miei lavori e ritenete che io abbia un pochinino di buon gusto vi assicuro che vi insegno a fare delle cosine carine carine, abbastanza veloci e senza impazzire!


Quindi: fig. 1. La vostra brava asolina è già sul ferro. Gettate il filo per creare il "ponticello" come prima. Puntate l'uncinetto nella maglia di base e gettate nuovamente il filo. Estraete la maglia e gettate il filo ancora una volta.


Adesso avete come risultato la fig. 2: asolina, ponticello, asolina e filo gettato.



Fate molta attenzione, e con un po' di pratica riuscirete a fare quanto segue: dovete passare il filo gettato attraverso DUE delle maglie che avete sul ferro, in modo da ottenere due asoline, come in fig. 3.


Ora non vi resta che gettare il filo e chiudere anche le ultime due asoline. Il gioco è fatto. Non vi resta che impratichirvi un poco, e la prossima volta vedrò se riesco a postarvi qualche progettino facile e caruccio per cominciare ad avere soddisfazione!
La prossima settimana io e ammòre andiamo in vacanza, quindi non aggiornerò il blog. Forse mi mancherete, ma in tutta onestà spero di divertirmi tanto da non sentire la mancanza di quello che mi lascio a casa!!! Spero di trovare bel tempo piuttosto. In ogni caso prima di lunedì provo ad aggiornare i post, non fosse che per un salutino!

Se avete dubbi sulle mie spiegazioni lasciate le vostre domande, al mio rientro risponderò a tutte!

Bacioni!

6 commenti:

pam ha detto...

Te ne vai in vacanza? E ce lo dici così?!?! A parte gli scherzi divertitevi anche per noi! Baci Pam

danny* ha detto...

O__o Urka!!! già alla seconda lezione!!!??? Maeeeeestra io non ho fatto i compiti perchè il cane si è mangiato il filo!!! eh..eh..eh... :DDD
Scherzi a parte...mi sono letta tutta la lezione e mi pare che la maglia bassissima a sto punto è la più semplice da fare!!!
Vai in vacanza???!!!....beata te!!!
Ci risentiamo al tuo ritorno....buon divertimento!!! :)
kiss kiss

PuntoCroce ha detto...

Ciao Fede, grazie per le visite e per gli auguri di compleanno,
spero ti goda questa meritata vacanza!! Salutoni a te e all'ammòre tuo...
un bacione
maria rosa

Federica ha detto...

Danny, certo che se usi il sacchetto delle salsicce per metterci il gomitolo di cotone... eheheh! Tu fai le tue prove: avvia una catenella e prova a fare un giro per ogni punto che ti ho spiegato, poi fammi sapere che sono curiosa. Meglio ancora, fai una foto e postala! hihhihi mò quando torno voglio vedere se li hai fatti i compiti!
Maria Rosa: è solo un pensierino ino ino, ma quel tipo di nastro si presta per una cosina che ti farò vedere quando torno dalle vacanze. Mi piaceva tanto il colore, spero piaccia anche a te.

PuntoCroce ha detto...

Ciao Fede, oggi mio marito è andato in posta a ritirare il pacco! Grazieeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!
sempre super carina e simpatica! Ho gradito tantissimo il nastro e se dietro c'è già un'idea non vedo l'ora di conoscerla....
anche il biglietto e gli sbrilluccichini mi sono piaciuti un sacco!!!
Grazie Fede, sei molto cara...
un abbraccio e ancora un grazie, ciao
maria rosa

melania ha detto...

ciao federica, stamani è arrivato...lo swap lavanda...
una delizia il cuoricino riempito di lavanda....l ho messo ...
nell armadio...che profumo io adoro la lavanda...appena posso posto tutto ...speriamo di risentirci...un abbraccio melania..
lanaefilo.splinder.com
lanaefilo@live.it

Se vi interessano le mie creazioni:
federicabasso17@libero.it