Finalmente anche in Italia! date un'occhiata:

mercoledì 8 ottobre 2008

compleviaggio e idee regalose per maschietti chenondevonochiederemai

Finalmente sono riuscita a dare una sistematina alle ehm... 256 foto (LOL) scattate durante il nostro compleviaggio... La scelta della meta di quest'anno è caduta su Naz Sciaves, in Val Pusteria, a circa cinque chilometri da Bressanone. Ed ecco a voi un breve sunto. Per non tediare troppo ho scelto un bel collage con le immagini secondo me più significative. Tipo ammòre bardato con pezzi di un'armatura del 1800 originale (ancora un sentito grazie alla squisita gentilezza del signore che ci ha fatto da guida al castello di Rodengo, il quale ha permesso questo travestimento!)
Forse qualcuna di voi avrà notato la presenza di una certa Giacomina... vero Orka?! ehehhe... se non si è capito io adoro le mucche! al punto che di ritorno dalla visita al castello di Rodengo (se vi capita andateci, è stata una visita davvero interessante e suggestiva) io e ammòre volevamo fermarci per un pic nic, e abbiamo scelto un bel prato vicino a un pascolo. Così dopo aver mangiato i nosti panini e le nostre mele, con un sottofondo di fruscio dell'erba e le campane delle mucche, siamo riusciti a scattare qualche primo piano (e ci è costato solo un paio di torsoli: alle bovine è sembrato piacere molto assai!). Bucolico, no?


Alla mia amica Yrbag è piaciuta tanto l'idea del porta assegni. In effetti confezionare un regalo hand made destinato a una femminuccia è sempre abbastanza facile, ma se il destinatario è maschio si va in crisi... Io ho avuto questa pensata per un colpo di fortuna: ho notato le condizioni pietose del vecchio porta assegni e ho notato che farne uno tagliaecuci era piuttosto semplice.
Un'altra idea carina può essere confezionare un porta cd: io non ci ho provato ma se vi incuriosisce andate qui, e troverete spiegato per bene come si fa.
Dato che al Natale non manca poi molto, soprattutto se come me amate confezionare regali fatti a mano, un'altra idea può essere sferruzzare una bella sciarpa: un semplice dritto e rovescio è alla portata di tutte, almeno quelle che hanno un minimo di dimestichezza con i ferri. L'importante è la scelta del filato: da quella dipende l'originalità del manufatto. Ad esempio per un amico che ama la montagna ho sferruzzato una sorta di fascia, un anello di lana, lavorato a costine (due punti dritto due punti rovescio) per conferire elasticità, alto circa 25 cm. che può essere usato come "collo" per tenere calda la gola senza avere l'ingombro della sciarpa (utile in arrampicata), oppure come berretto per scaldare le orecchie. Ha apprezzato molto! Purtroppo non ho la foto da farvi vedere.
Se trovo qualcos'altro ve lo posto, così potete organizzarvi per tempo!
a presto

2 commenti:

Anna ha detto...

Fede passa da me giochino per te :)

yrbag ha detto...

anche a me piacciono le mucche!,vere finte,di stoffa, chi più ne ha ne metta!! io ho la casa invasa dalle mucche! bella anche l'idea del porta cd bbravissima!
ciaoo ne

Se vi interessano le mie creazioni:
federicabasso17@libero.it