Finalmente anche in Italia! date un'occhiata:

martedì 17 febbraio 2009

A grande richiesta...

Son proprio contenta che vi sia piaciuto il post precedente! Oggi avevo intenzione di regalarvi qualche altro schemino stitchery o un altro paio di punticini per l'hardanger, ma visto che fremete per i fiorellini... eccovi accontentate! Ne ho ancora svariati modelli, ma per oggi vi posto questi: tra tutti mi sembrano i meno complicati da eseguire... basta solo prendere un po' di confidenza con l'ago da uncinetto e fare pratica... Ricordo gli obbrobri dei miei primi tentativi! Cercavo tra le ceste da lavoro della mia mamma gli avanzi più avanzi degli avanzi dei gomitolini, quelli un po' sciupati e spelacchiati, e poi mi nascondevo in qualche cantuccio con una delle sue riviste di uncinetto e sferruzzavo finchè non usciva qualcosa di decente! Però ho imparato, guadagnandomi così a buon diritto un gomitolo di filato decente... e avevo undici, dodici anni... sicchè non scoraggiatevi, se proprio ci tenete a imparare, imparerete! Ricordo che chi si trovasse in difficoltà può sempre mandarmi una mail, vi darò il mio numero di telefono così sarà un poco più semplice spiegarsi, mi farà molto piacere sentirvi!
E allora eccovi i primi fiorellini della stagione: e naturalmente son primulette gentili e colorate, graziose da sole, ma davvero di grande effetto a mazzolino. Pochi giri pochi punti e son già belle e pronte.

E qui vi propongo altri fiorellini, non particolarmente complicati da realizzare, anche questi sono pronti con pochi giri di punti, ideali da applicare alle piastrelle più semplici della vostra coperta, per creare un coloratissimo giardino!


Però la mia voglia di primavera non si è mica esaurita qui! Eh no, eh! L'anno scorso casa nostra è stata presa d'assedio da uno stormo di rondini, e volevano tutte fare il nido sotto i nostri cornicioni! Chèebbeeellloooo direte voi... ennò! non è bello! Intanto il nido lo fanno incollando fango sputazzoso all'intonaco di casa nostra, e anche a buttar giù il nido restano le patacche. E con quello che ci è costato farla dipingere la cosa non ci garba molto! Senza contare che i loro nidi sono semplici monolocali con balcone vista panoramica, ma rigorosamente senza gabinetto... vi lascio immaginare le "decorazioni" e i "graffiti" che ci lasciano per ricordo! Sicchè, dopo una settimana di battaglie (loro a sputazzare e io e mia cognata a lavare e strofinare per buttar giù le fondamenta dei nidi)... hanno vinto loro. Mannaggia! Il compromesso è stato questo: due nidi soltanto e su due angoletti dove perlomeno sia abbastanza semplice tener pulito. E alla fine ci siamo pure affezionati a questi pennuti!
Siccome una volta fatto il nido poi tornanto tutti gli anni, ecco che nell'attesa del loro rientro dalla lunga vacanza ai Caraibi (snort!) vi regalo anche questo schemino per uncinettare questi buffissimi uccellini! Non sono carinissimi? Ecco che se realizzate una borsina, questi saranno perfetti come decorazione, se riuscite a farli piccini piccini, con un filato e un uncinetto sottili, potrete fissare un filo sul capino da far passare attraverso l'anellino della zip per chiudere la vostra borsa con mooooltoo stile!
Oppure diventeranno originali portachiavi, o trovaforbici, o per le più spiritose un pendente per una collana realizzata con palline di feltro e catenella.
Un'altra idea può essere quella di usarli per decorare un cestino per il bagno o la cucina. O semplicemente adagiati tra le piantine di casa faranno sicuramente allegria.
A Pasqua, tutti in fila su un ramo saranno un alberello pasquale che attirerà l'attenzione di tutti. Se non avete il ramo, uncinettate tanti uccellini, e uniteli insieme per farne una ghirlanda.
Oppure realizzate una treccia con tre tubicini di cotonina imbottiti. Chiudetela in cerchio e coprite la giunzione con le primule spiegate prima (o fiorellini di feltro), nastrini di raso e un paio di questi pennuti: il vostro fuoriporta primaverile sarà il più invidiato!
Scatenate la fantasia: sicuramente avrete altre mille idee per la testa!






Piace?


7 commenti:

Manila ha detto...

hahahahahahahahahah!!! Fede m'hai fatto morì con la storia delle rondini!! Ma dov'è finita tutta la poesia di primavera che questi "sputazzosi" pennuti recano con sè?? uaahahahahahhah, sei troppo forte Fede!! Grazie per i fiori!! Cercavo appunto qualcosa del genere, e pure i pennuti mi piacciono un sacco! Tu hai già provato a farli?

Manila ha detto...

P.s. Fede scusami, a me queste spiegazioni si aprono piiiiiiccole piccole, ce la fai ad ingrandirle un po'? (son pallosa lo so eheheh)
:o))

Grazia ha detto...

Grazie Fede!!!!
...Sara' mica l'aria di primavera???
Ma che belli tutti questi fiori!!!!
...ne voglio fare un po' da applicare alle borse....:)

Graziella ha detto...

anche sul mio terrazzo ho un paio di nidi di rondini, ormai da quattro anni, ma nn mi è mai passato per la test di abbatterli!!!! se nn vuoi che ti sporcano sotto, noi sotto al nido abbiamo messo come un ripiano più largo del nido, in modo che quando i piccoli "sporcano" si ferma sul legno e nn ci cade in testa!!nn so, sarò fissata, ma sono pure uccelli protetti perchè sono in estinzione!!!
ciaoooooooo
Graziella

Federica ha detto...

MANY: ridi, ridi... se vuoi ti regalo la prossima nidiata, poi rido io! ehehe
Purtroppo le spiegazioni si aprono minuscole anche a me... infatti ieri volevo proprio provare a fare i pennuti, ma ciccia... adesso provo a vedere cosa posso fare, e se riesco a ingrandire decentemente le posto di nuovo.

GRAZIA: felice che ti piacciano, prossimamente ne posterò altri (e aspetta di vedere che bordure ho trovato...)

GRAZIELLA: eh, lo so che sono in via d'estinzione, infatti non è che le abbiamo fatte fuori... solo che francamente la casa è stata dipinta un paio d'anni fa, e vedere 8nidi8 attaccati sotto al cornicione francamente non era un gran bello spettacolo. E non è praticabile nemmeno la via della tavoletta di legno: quando è piena è un bello schifo... e poi per sostituirla ci vorrebbe la scala da pompieri visto che è troppo troppo in alto... quindi: considerando che a due chilometri in linea d'aria ci sono decine di case coloniche abbandonate... se ne andassero li a fare i nidi! sgrunt!

Anonimo ha detto...

Che cose superstrabelle!!!!!!!! Peccato io e l'uncinetto non andiamo daccordo :( Dovresti trasferirti dalle mie parti così ti costringerei a venire a fare i corsi nel mio negozio :p Un bacione!
Claudia
blog.libero.it/claudiasconer

ps
sono riuscita a postare una foto in grande, come piace a te!!!

danny* ha detto...

Ma povere rondinelle!!! ;PPP
Anche da me vengono tutti gli anni a fare il nido, ma fin da piccola sò che distruggere i nidi delle rondini porta sfiga e anche al di là delle credenze/leggende popolari, io non lo farei.
Anzi a dire il vero entrano proprio sotto una fessura del sottotetto...furbeeee!!! ;P
Il consiglio di Graziella è utile...almeno sti poveri piccolini evitano anche di spiattellarsi al suolo....poverini!!! :(((
Dai dai, sù lascia stare le rondinelle!!! eh..eh..eh...
ciaoooo

Se vi interessano le mie creazioni:
federicabasso17@libero.it