Finalmente anche in Italia! date un'occhiata:

sabato 8 maggio 2010

perchè dobbiamo essere sempre trattati come "popolo bue"?

Purtroppo blogger non collabora, e quindi non riesco a caricare le foto di alcuni lavori fatti e dei regali che ho ricevuto. E allora voglio farvi partecipi tutti di un'informazione utile a tutti passata VERGOGNOSAMENTE sotto silenzio.
La Corte di Cassazione ha stabilito che la cosiddetta "Tarsu" (l'imposta sull'asporto rifiuti) è di fatto una TASSA e non una tariffa, di conseguenza NON dovrebbe esservi applicata l'Iva. Uso il condizionale, perchè di fatto, se andate a controllare le fatture relative ai pagamenti che avete finora saldato, vi renderete presto conto che fino ad oggi avete corrisposto anche l'iva al 10% .
Pertanto tutti (e sottolineo tutti) gli utenti hanno il diritto al rimborso di questo 10% sui pagamenti retroattivi degli ultimi dieci anni, con tanto di interessi.
Io ho disponibile anche le spiegazioni in formato pdf, nonchè il modulo da compilare per fare richiesta in formato word, compilabile a video per poterlo stampare in maniera ordinata e precisa. Purtroppo la mia ormai nota incapacità di collaborazione con gli strumenti informatici mi impedisce di condividerlo direttamente sul blog, ma sarò felice di inoltrarlo a quanti me ne faranno richiesta sul mio indirizzo mail. Se poi qualcuno mi spiega come posso trasferirli sul blog in modo da rendervi più semplice il download sarò molto grata!
In ogni caso ecco il link federconsumatori poter trovare sia gli stampati che le informazioni dettagliate.
Ora però lasciatemi fare un po' di polemica... TG1, 2, 3; TG4, TG5, Studio Aperto, TG regionali, Radio giornali, svariate testate di quotidiani, più vari rotocalchi tipo "Mattino e Pomeriggio Cinque" e via andare... Ecco, tutti questi media fanno a gara per tenerci aggiornati pressochè quotidianamente sulla vita privata e non dei vari Clooney&Canalis, Corona&Rodriguez, cosa fannodiconopensano si lasciano si pigliano, è una bufala, noètuttovero... Ma NON UNO che si sia scomodato di informare il cittadino riguardo una notizia che per qualcuno può anche fare una certa differenza. Eppure c'è un tale Pamparana che si assurge a "indignato speciale"... ma quanti indignati ordinari ci sono ormai in Italia? Io conto per una, ma credo di far parte di una nutrita schiera. Pensate a quante famiglie in difficoltà, a quanti pensionati con la minima che faticano sul serio ad arrivare alla metà del mese; ecco, ora ditemi se per queste persone rientrare di un paio di centinaia di euro indebitamente pagati non è un sollievo!
A onor del vero c'è un programma, non ricordo se fosse Striscia la Notizia o forse Le Iene, che qualche mese fa hanno intervistato il legale che per primo ha chiesto e ottenuto tale rimborso per un proprio cliente. Al legale, e alla pignoleria del cliente che ne chiesto il servizio tutto il mio rispetto e il mio ringraziamento per aver "aperto la porte" anche per noi.
Quasi sicuramente le Amministrazioni stanno già lavorando a qualche diabolico piano per chiamarsi fuori e non scucire un solo euro, ma se non proviamo a far valere i nostri diritti continueremo ad essere trattati come pecoroni, tosati stagione dopo stagione e tenuti sotto stretta ignoranza...
Fate girare la notizia, se non ci pensano i media, facciamo da noi!

2 commenti:

girasole75 ha detto...

Fede, tutti siamo un popolo bue, mi consola che se anche cambiano nome gli enti sono tutti dei ladri. Anche etra (acqua e rifiuti) ha deciso di continuare a pretendere l'IVA nonostante la decisione della corte di cassazione. Lì non è questione che NOI siamo il popolo bue, sono LORO dei LADRI legalizzati.

Ladybug ha detto...

Non ci avevo fatto caso. Adesso controllo anche io. Sai che in effetti, sarei curiosa di sapere quanto si paga in Italia?
Cioè da zona a zona.
Per la spazzatura, noi x 100 metri di casa, paghiamo un pò più di 400 euro l'anno.
Un bacione, My lucky.

Se vi interessano le mie creazioni:
federicabasso17@libero.it