Finalmente anche in Italia! date un'occhiata:

venerdì 13 marzo 2009

Sul Monte Bottino e i sOpporter...

Son tornataaa! Sentito la mia mancanza? no eh!... 'nnaggia a voi... ehehhe...

Come vi avevo anticipato nei giorni scorsi, questa desolata landa veneta ha accolto il meraviglioso sole siciliano, uscito caldo caldo dalle valigie della Schroeder family, venuta a farci visita per qualche giorno.

Dal momento che noi ricamine/sartine-in-erba quando ci si incontra non resistiamo alla tentazione di passare al setaccio tutte le mercerie-stofferie-scampolerie-negozi99cent e quant'altro stuzzichi la nostra voglia di craft.... e quindi diventiamo pericolosissime ehhehehhe.... la previdente Lucy ha pensato bene di venirci a trovare con le valigie a pieno carico si, da di regali per me, in modo da viaggiare "pieno per pieno"!! sicchè dopo aver tirato fuori una quintalata di profumosissssssimi agrumi (e uno squarcio tra le nubi si aprì all'istante), una serie di tavolette di cioccolato di Modica (yum... e un raggio di sole illuminò casa nostra), vasetti di saporitissime acciughe (illuminò la nostra cucina), una copia del suo libro "buongiorno luna" (e si posò sul tavolo), e poi... contemplate...







La meravigliosa Lucy mi ha fatto dono di un pacchetto di splendide cotonine, un porta aghi di feltro cuoricioso, e un'originalissimo pinkeep (il mio colore preferito!!!) che ha brillantemente realizzato per "marcare il territorio" eheheheheh. Ha subito trovato collocazione all'interno del portone di casa, e non vuol più saperne di scendere!!

La mattina successiva al loro arrivo ci siamo subito lanciati nel nosto tour di shopping, partendo dal centro commerciale Valecenter di Marcon (Ve), dove personalmente ho fatto incetta al negozio Eurocity di gomitolini di cotone da ricamo, bottoncini colorati e metri da sarta da rivestire. Visto che eravamo li non potevamo negare ai maritozzi un giretto al Castorama (ma forse noi femminucce ci siamo divertite più di loro!), dove ho trovato una mascherina stencil che mi piace mi piace mi piace... e ho già l'ideuzza pronta da sfornare...

Nel pomeriggio altro giro di negozietti, ma quelli dove vado di solito: 99 cent, dove ho trovato una lista di calamitine che ispirano altre ideuzze-craft, l'angolo dei libri dentro il Bennet (e mi sono regalata un libro sugli aforismi di Gibran), dove Matilde mi ha fatto cascare a terra la mandibola... ok, i bambini di oggi sono svegli e intelligenti, ma una pupattola che tre anni e mezzo fa era ancora conservata nell'astuccio, che prende in mano un libro da colorare dallo scaffale e legge una parola come "mongolfiera" e "motoscafo" da sola.... .... ..... .... e non è mica tanto comune eh! Poi una capatina al negozio di tessuti dove mi rifornisco delle mie amate stoffe da tappezzeria e alcune cotonine per 8 euro al metro (ma non l'altezza delle cotonine, che è di un metro, bensì quella delle pezze da sartoria che è ben maggiore!).

Ma il vero colpaccio lo abbiamo fatto sabato mattina. Spediti gli omaccioni a fare un giro in moto noi ci siamo recate in un altro negozio di tessuti, dove i proprietari hanno la splendida abitudine di vendere i ritagli, gli avanzi, le pezzuole di campionario e le fine serie a 1,50 euri al pezzo. E sono sempre sicura di trovare cose interessantissime, talvolta anche tagli belli grandi. Sicchè entriamo e come sempre c'è il proprietario indaffarato: un distinto e gentilissimo signore che subito nota la piccola Matilde. Cuore di nonno e subito inizia a conversare amabilmente con la nostra beniamina che certo non si nega davanti a un pubblico tanto caloroso! Dopo averla seduta sul bancone e averci chiacchierato un po' le chiede dolcemente se può darle un bacino sulla fronte: Matildina annuisce e dopo aver ricevuto il bacino illumina il negozio con uno dei suoi irresistibili sorrisi che accendono il sole... è fatta: il nonno è conquistato per la vita! Al che, visto il nostro interesse per il baule degli scampoli ci propone un affare: per 15 euro potevamo portarci via tutto il contenuto. Uno sguardo tra me e Lucy è bastato, non servivano parole. Iniziamo a riempire borse e borsoni: mi sentivo come se avessi fatto una rapina a mano armata!! Se Matilde restava altri cinque minuti ci avrebbe regalato l'intero negozio!!

Ed ecco nel primo scatto la mia parte di bottino: più di 9 chili 9 di stoffe varie! Ma: avete presente quanta stoffa ci sta in nove chili?!! Un monte!

Nel pomeriggio siamo andati a trovare la Tarta più amata del web, che ci ha accolti con un sorriso e una simpatia incontenibili nonostante un mefistofelico mal di testa la tormentasse ormai da qualche giorno. E' proprio vero che sotto quel carapace batte un cuore immenso, ma non è un mistero per nessuno, vero?

Pure gli uomini hanno subito fatto squadra: mentre noi ci perdevamo nella contemplazione degli splendidi Parolin di Tarta, hanno cominciato a lagnarsi del fatto di doverci assecondare in quelle che sono le nostre passioni, e subito si sono autonominati la squadra dei "sOpporter"... ma dite un po'... Il pomeriggio è volato via tra vip-bar e osteria per plebei (che a me e Ammòre è ben più congeniale, se non altro per la fauna che vi bazzica!), una pizza e poi si torna a casa.

La domenica si va all'Ikea: potevamo mica farci mancare una scorta dei celebri tessuti svedesi, no? eh! I nostri sopporters hanno brillantemente babysitterato Matilde (mmmmh... no, è Matilde che ha intrattenuto loro) e noi ci siamo scatenate sul banco per il taglio delle stoffe (a destra del Monte Bottino).

Nel pomeriggio i sopporters si sono dedicati al calcetto e noi ci siamo ritirate nella stanza della Gilda, a cucire e uncinettare (in tutto ciò Matilde è stata meravigliosa: nonostante i ritmi serrati e la stanchezza mai un capriccio, mai un lamento... ci ha seguiti ovunque, ha partecipato al nostro entusiasmo ai nostri discorsi, ai nostri spostamenti, ai nostri orari... ha trovato in mio marito un compagno di giochi col quale si sentiva talmente a proprio agio che anche se mammina si allontanava qualche minuto a lei non creava nessun problema... un sogno di bambina!).

Lunedì mattina anche se freddina era una bella giornata, e non poteva mancare una gitarella a Venezia, naturalmente col vaporetto da Punta Sabbioni, una visitina a piazza San Marco dove Matilde si è divertita a pedinare uno alla volta i piccioni che le capitavano a tiro, qualche foto alle gondole e alle calli e poi a casa che la piccolina iniziava ad accusare segni di una certa stanchezza! Ma ci siamo ripromessi di tornare insieme per poter ammirare molto di più!

Un'ultima uscita a cena prima della partenza con passeggiatina sotto le stelle e la mattina seguente ho riaccompagnato all'aeroporto questa meravigliosa famiglia (ulteriormente appesantita da una valigia extra procuratagli per contenere l'esuberanza della loro parte di Monte Bottino!!) che ha allietato casa nostra in questi ultimi giorni... La fantastica Lucy, di poche chiacchiere ma di grandissima simpatia: con lei ci si capisce subito al volo e ammiro la sua mente più che brillante... l'incantevole Matilde: la super dotata bambina che ogni mamma vorrebbe come figlia (Ammòre sentiva già la sua mancanza il giorno dopo!) e il simpaticissimo, ironico foto-sopporter di questa vacanza (senza di lui non ci sarebbe alcuna testimonianza visiva di questi giorni: noi eravamo troppo prese dallo shopping, e Ammòre troppo coinvolto da Matilde!), al quale devo un super grazie speciale per aver sistemato alcune cosucce del computer che da soli non saremmo mai riusciti a mettere in ordine... ecco, abbiamo fatto lavorare anche Schroeder nonostante fosse anche la sua vacanza... spero non ce voglia!

Sentirò un pizzico di nostalgia per le nostre colazioni tutti insieme, al profumo di marmellata alle gocce d'oro!

Questo è quanto: una bellissima esperienza trovarsi conoscersi e condividere da subito intensamente le passioni che ci scambiamo solo virtualmente o per posta... pochi giorni, ma ben sfruttati mi pare.

Per le foto... eh bhe... attendo di ricevere copia dal nostro foto-sopporter di fiducia!

Vado a dar la scalata al mio Monte Bottino... invidiaaaateeemiiiii!!! ehehehheheh

BAAAACIIIII




6 commenti:

ILENIA ha detto...

mamma mia Fede che bello leggere quest o resoconto dettagliato di questa vacanza!!
Non sai quanto mi sia dispiaciuto non riuscire a venire con voi sabato...ma il mal di schiena era devastante da togliere il fiato!!!!
sara' per la prossimo volta...ok?
un bacione

Lucy Van Pelt ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lucy Van Pelt ha detto...

:-D
Sono stati 4 giorni stupendi!
(Ma davvero sono così silenziosa?? Me lo sento ripetere continuamente... eppure io sono sicura che potrei esserlo anche di più!)

(Ho fatto un casino col commento di prima!!!!)

Federica ha detto...

ILENIA: mi spiace che stavi tanto male... talvolta mi si infiamma il nervo sciatico (causa di un trauma, sgrunt), e son doloooorii! sarà sicuramente per la prossima volta!

LUCY: mmmmh... certo puoi essere molto più silenziosa... diciamo che non sei una gran chiacchierona! (pasticciona! ehehhe)

cinziacrea ha detto...

Signora mia.....questo tour è stato eccezziunaleee...come capisco la senzazione di trovarsi tra scampoli di stoffa e sentire il raptus di comprare tutto....i mariti dicano quello che vogliono....tanto a noi che cambia
Fede sei troppo simpatica.
Ciao Cinzia.

Anna ha detto...

se vuoi chiacchiere la prossima volta vengo io

Se vi interessano le mie creazioni:
federicabasso17@libero.it